24 ottobre 2017

Corsi di chitarra al Teatro Povero: Daria Fedotova e il metodo Catemario

Daria Fedotova

Ci fa molto piacere ospitare da quest’anno un corso di chitarra molto innovativo, condotto da Daria Fedotova. Il corso è basato sul metodo Catemario e prevede moduli mensili con cadenza settimanale. Adatto a qualsiasi tipo di chitarra, parte direttamente dalla pratica, dal ‘suonare assieme’; ognuno sarà poi libero di scegliere quanto e se approfondire, proseguendo con i moduli successivi. I corsi saranno ospitati nelle nostre sale. Per informazioni dirette e iscrizioni: (+39) 393 998 8654 .

Daria Fedotova Daria-Fedotova-per-sito-TPM_con bordo
MAESTRO CERTIFICATO del METODO CATEMARIO
Figlia d’arte (suo padre, Andrei Fedotov, è étoile del balletto del Bolschoi ed allievo di Rudolph Nureyev). A dieci anni inizia lo studio della chitarra classica sotto la guida di Maxime Vagner a Nancy (Francia). Nel luglio 1999 partecipa ad un corso estivo in Italia con il Maestro Edoardo Catemario e nel settembre dello stesso anno viene ammessa ai corsi che il maestro impartisce al Conservatoire International de
Paris.
“… Daria è una chitarrista brillante, raffinata e sensibile. In possesso di un suono struggente, di rara bellezza…” (Edoardo Catemario)

Ha frequentato numerose master class tenute dal suo maestro: la “Sommerakademie” del Mozarteum di Salisburgo (Austria) negli anni dal 2002 al 2007 dove viene piu’ volte scelta come migliore allieva del corso e segnalata per esibirsi alla Wiener Saal, alla Marmorsaal ed al Kleines Studio, nel 2007 e 2008 i corsi estivi della Accademia “Jacopo Napoli” a Cava de’ Tirreni (Salerno) e nel 2008 e 2009 il corso del “Euro Music Festival and Academy” presso la Hochschule für Musik und Theater “Felix Mendelssohn Bartholdy” di Lipsia (Germania) dove vince in ambe due gli anni il Preisträger ed invitata ad esibirsi nella Mendelssohn Haus,
nella Grosser Saal dell’università e nella Tomaskirke. Ha seguito anche un corso al Conservatorio di Como con Oscar Ghiglia nel 2006, alla Scuola di Musica di Scandicci (Firenze) con Aldo Minella e Paul Gregory nel 2007 e l’anno successivo, sempre a Scandicci, con Michael Lewin e Eduardo Fernandez.
Si è esibita come solista in Italia (Saloncino della Pergola di Firenze nell’ambito dei concerti organizzati dall’Università degli Studi fra gli altri), Francia, Austria e Germania.
Nel 2004 vince alla sua prima partecipazione ad un concorso il primo premio “Giovani Chitarristi” di Mottola e nel 2007 il primo premio al concorso di esecuzione musicale “G. Rospigliosi” di Lamporecchio.
Da ottobre del 2007 inizia l’attività didattica prima all’Accademia Musicale di Montespertoli (Firenze) poi presso la Compagnia Teatro Giovani Torrita (Torrita di Siena) nel 2013 e 2014. Attualmente insegna il “Metodo Catemario” del quale è maestro certificato presso l’Unione Corale Senese e ARES Teatro a Siena.

UnknownIL METODO CATEMARIO
PRESENTAZIONE
Il metodo è il frutto dell’esperienza più che ventennale di insegnamento di Edoardo Catemario ed è una vera rivoluzione sia da un punto di vista metodologico che didattico.
Nel rapporto tra docente e discente e tra l’allievo e il suo rapporto con la musica.
Il nuovo programma di insegnamento prevede l’unificazione delle informazioni base della chitarra in tutte le sue varianti (classica, acustica ed elettrica) e prevede un ruolo attivo dell’allievo nella scelta del percorso della sua formazione. Il percorso si articola in step (fasi) che identificano il raggiungimento di un certo livello e che si articolano con un sistema “a pacchetti”. L’allievo ha libertà di scelta dei pacchetti mano mano che procede e può quindi personalizzare il suo percorso decidendo alla fine di ogni pacchetto se
continuare o interrompere.
Il metodo si basa sul lavoro da solo o in gruppo con il maestro. Nella fase iniziale l’allievo può anche non studiare quando è da solo a casa. Il percorso didattico è struttura in maniera tale da garantire che ogni singolo passo sia dato in maniera sicura “a prova di bomba”. Questo grazie ai requisiti di alta professionalità richiesti agli insegnanti certificati e alla provata efficacia di un metodo frutto di esperienza più che ventennale di un chitarrista che la chitarra la conosce molto bene e che ha una carriera di alto profilo internazionale.
La grande innovazione da un punto di vista pratico consiste nel fatto che ogni allievo potrà ripetere una lezione se non riesce ad ottenere il risultato previsto dal percorso didattico DEL TUTTO GRATUITAMENTE. Questa caratteristica del metodo Catemario viene chiamata “Insegnamento etico”. Ci sembra necessario oltre che morale che l’allievo paghi solo ciò che apprende.
Il percorso formativo va da livello di conoscenza “0 ” (non ho mai preso in mano uno strumento e non conosco niente di musica) ad un livello formativo professionale. A partire dal secondo step l’allievo potrà decidere se privilegiare la chitarra cosiddetta classica o rivolgersi a quella acustica o elettrica.

Il metodo è un sistema di insegnamento progressivo pensato per chi comincia a qualunque età lo studio della chitarra.

QUAL’È L’OBIETTIVO
L’obiettivo è quello di fornire basi solide strumentali e musicali accessibili a chiunque e A PRESCINDERE dall’uso che si vuole fare dello strumento. L’allievo viene portato ad avere, grazie alla guida di un maestro certificato, passo dopo passo, sufficienti conoscenze per decidere autonomamente se continuare con la chitarra elettrica, acustica o classica.
COME SI SVILUPPA
Il sistema è totalmente rivoluzionario. Si basa su di un insegnamento progressivo articolato in “pacchetti”. In ogni pacchetto viene affrontato e risolto un problema specifico della chitarra. Il pacchetto contiene un certo numero di “lezioni”. La lezione va studiata con il maestro che ne segue l’apprendimento insieme all’allievo. I pacchetti sono raggruppati in “Step”, ovvero gradini, passi, fasi di apprendimento alla fine delle quali è possibile sostenere un esame che darà il diritto al rilascio di un certificato. Solo gli allievi che hanno sostenuto con successo l’esame di primo step possono passare al secondo.
È COME UN CORSO A DISPENSE?
No. È l’esatto contrario. Si può anche non studiare a casa, la parte consistente del metodo sta nel fatto che lo studio viene fatto CON IL MAESTRO. Questi contribuisce in maniera sostanziale ed è responsabile dell’esito positivo di ogni singola lezione. Se il risultato alla fine della lezione non è soddisfacente, la lezione potrà essere ripetuta in maniera completamente gratuita. Questo è l’insegnamento “Etico”.
COS’È L’INSEGNAMENTO ETICO?
Nel Metodo Catemario, una parte fondamentale la svolgono le persone. È giusto che entrambi, il docente e il discente, che formano parte di una relazione bilaterale, siano ingaggiati reciprocamente sullo stesso piano morale. Il maestro è responsabile del buon esito dello studio. Se questo non avviene è compito del maestro ripetere GRATUITAMENTE lo stesso corso per un numero adeguato di volte. L’allievo paga solo per quello che impara.
E SE MI STUFO?
L’allievo ha facoltà di decidere di continuare o smettere a qualunque stadio del suo avanzamento.
POSSO AVERE UN CERTIFICATO?
Si. Il Metodo Catemario prevede un esame alla fine di ogni step. L’esame da diritto ad un certificato di avanzamento studi in cui sarà riportata l’abilità corrispondente dell’allievo e il suo orientamento.
E ALLA FINE?
E alla fine, se continuiamo a divertirci continuiamo a vederci. Suonare vuol dire innanzitutto divertirsi, avere un occhio sul mondo sensibile agli altri, sensibile ad un mondo possibile che è a metà tra il reale e l’immaginario. Il Metodo Catemario non è scandito dai tempi istituzionali, non c’è la parola fine se non se e quando uno degli attori è stufo e scompare di scena.

WEB_1200_CORSO-CHITARRA-A-MONTICCHIELLO