Cooperativa del Teatro Povero di Monticchiello

Per fare un semplice spettacolo teatrale potrebbe bastare un comitato, un gruppo di persone che si trovano più o meno informalmente, si organizzano. Una compagnia più o meno amatoriale. Il Teatro Povero dal 1980 ha provato però ad ampliare il suo progetto: dal maggio di quell’anno, infatti, si è costituita la cooperativa chiamata Compagnia popolare del Teatro Povero di Monticchiello.  Un progetto, un sogno, una realtà per la quale ancora oggi combattiamo.

Fu un lungo dibattito interno quello che portò alla scelta di costituirsi in cooperativa. Se ne trova una significativa testimonianza nello spettacolo del 1980, La dura terra. Il fatto è che dietro alla parola “teatro” si trovano a Monticchiello aspettative, progetti e sogni di un’intera comunità: il “teatro” qui non può rimanere semplicemente su un palco, confinato su una scena. Il “teatro”, qui, ha vissuto da sempre nelle piazze, nelle strade, nel comune desiderio di fare di più e meglio per le nostre vite e per il nostro territorio. Questo spiega perché oggi ci troviamo non solo a realizzare spettacoli, ma a gestire il Granaio con tutti i suoi servizi, il museo, la Taverna di Bronzone e molto altro: una costante attività di crescita e sviluppo aperta all’inventiva e alla partecipazione dei nostri soci.

11.2007 - A(h)ia

 Scopri la storia del Teatro Povero.